Loud Albums

IMMORTAL SHADOW – ‘Horror Circus’

Spagna, Spagna, Spagna!!! Vi è mancata eh?! Ammettetelo su, su!! Oggi vi portiamo a Cartagena, alias Cartagine, città che evoca leggendari avvenimenti storici ed epicheggianti gesta di immortali guerrieri e comandanti romani. Tocca ora agli Immortal Shadow partire quindi alla conquista dell’Europa con il loro death metal melodico, certo un po’ anacronistico rispetto all’epoca di Scipione l’Africano, ma sempre dannatamente efficace e spaccaossa. ‘Horror Circus’, glorioso debut album di questi cinque scatenati musicisti ispanici, è un ottimo mix di death metal svedese ed influenze al limite del modern thrash. Il risultato, orca l’oca, è veramente convincente!! Essendo il primo disco ovviamente l’insieme viene un po’ penalizzato da una produzione non così pulita e cristallina, ma la rabbia e l’invidiabile tecnica con cui gli Immortal Shadow ci deliziano sono veramente niente male. Lo spettrale clown che si staglia sulla dylandoghiana copertina ci introduce in un viaggio tra impazzite vocals vomitate direttamente dal profondo della nera anima del singer Samu e riff di chitarra taglienti come bisturi e che non dispiacerebbero affatto agli dei At The Gates. In Spagna come avrete capito è il metal classico a farla da padrone, anche se gli Immortal Shadow ci danno l’ennesima prova di quanto sia proficuo andare a scavare nell’underground più nascosto alla ricerca di proposte musicali differenti, più o meno estreme che siano. Non ci resta che soccombere sotto gli incessanti colpi di ‘Horror Circus’ e delle letali dieci frecce scagliate dall’arco di questi novelli combattenti punici. Una mandria di elefanti assetati di sangue e carne umana è pronta a travolgervi. Saprete sopravvivere??

Tracklist:
01. Thrill For The Hunt
02. Shadow Of North
03. My Death My Liberation
04. Immortal
05.They Would Be Better Dead
06. Ragnarok
07. In Your grave
08. Veil Of Maya
09. Horror Circus
10. Fear In My Head

Line-up:
Samu – voce
Ray – chitarra
Kalim – chitarra
Matti – basso
Anibal – batteria

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

SATAN'S HALLOW - I dettagli del loro debut album omonimo, già disponibile in download digitale

Post successivo

TYGERS OF PAN TANG – Il report del concerto @ Circolo Colony, Brescia – 01.04.2017