Loud Albums

TRAUMATOMY – ‘Embodiment Of Excruciation’ EP

Fatemi capire, esiste una band nippo/russa e non ne sapevo nulla? Ok, chi vi scrive è decisamente esaltato all’idea di ascoltare un gruppo slamming che annovera tra le proprie fila musicisti provenienti da Fukushima e dalla fredda Russia. Sono un trio formato da Haruka alla voce (Gorevent, Medic Vomiting Pus, Second Resurrection) e da due membri dei Disfigurement Of Flesh, ovvero Constantine e Boris. Copertina iper brutal death, produzione iper brutal death, cantato iper… ok, ci siamo capiti. Il limite di questo disco è assolutamente legato al genere proposto: uno slamming in cui il “cantato” è qualcosa di così spinto ai limiti dell’umano, che sembra quasi di sentire un cane al quale si tenta di rubare un osso. Ci piace, eh! Non stiamo certo criticando uno stile vocale (la stessa band indica il ruolo di Haruka come “guttural” e non “vocal”) ma solo che dobbiamo essere pronti a quello che ci aspetta, ovvero interminabili ed indecifrabili grugniti che arriveranno a tediare chi non è avvezzo a questo tipo di sonorità. Ovviamente stiamo parlando di un sottogenere (lo slamming) di un sottogenere (il brutal) di un sottogenere (il death) del metal, così elitario che va da sé che questo prodotto non sia orientato verso un mercato generico, ma bensì rivolto ad un pubblico elitario che bazzica i peggiori bar di Caracas per assistere alle performance di queste band. Basso e batteria iper ribassati (ovviamente) voce gutturale, l’abbiamo detto… armonici artificiali a badilate (i famosi “fischi” delle chitarre), c’è tutto no? Si, ma è ben suonato ed arrangiato, con i consueti stop and go ritmici, le parti cadenzate dove a salire in cattedra sono i mastodontici riff, eseguiti da una chitarra tecnicamente ineccepibile ed un basso che suda (sangue) sette camicie per non perdere un colpo. Insomma difficile distinguersi in un genere così estremo, ma sicuramente ‘Embodiment Of Excruciation’ non è poi così male. キュート/ милый.

Tracklist:
01. Embodiment Of Excruciation
02. Epoch Of Mass Extermination
03. Resurrected Into Mutilations
04. Unconditional Perversions

Line-up:
Haruka – voce
Constantine – chitarra, drum programming
Boris – basso

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

MEMORIAM - 'For The Fallen'

Post successivo

ARMORED SAINT – Il report del concerto @ O2 Institute, Birmingham (UK) - 25.03.2017